Quant’è bello entrare in una stanza decorata con delle piante? Ci rilassiamo, siamo più in armonia con l’ambiente e con noi stessi.

Ecco perché in questo articolo vogliamo darvi alcuni consigli per decorare e abbellire gli ambienti in cui viviamo utilizzando delle piante.

Ma non delle piante qualsiasi!

Abbiamo scelto alcune piccole piante molto facili da mantenere, perfette per chi è alle prime armi e vuole iniziare a decorare la propria casa con un tocco di verde.

Parliamo di cactus e piante grasse…in versione mini!

Piante che non necessitano che voi abbiate il pollice verde: alla fine di questo articolo, troverete una tabella riassuntiva con tutti i nostri suggerimenti per prendersi cura al meglio di queste piccole piante! 

Seguendo questi pochi e semplici accorgimenti, i piccoli cactus renderanno più bella la vostra casa.

Come? Continuate a leggere per scoprirlo!

1. Arredare la cucina con i mini cactus

La cucina è senza dubbio il luogo più vissuto della casa: abbellirla con delle piccole piante grasse la renderà ancora più accogliente.

I mini cactus vivranno bene in un ambiente caldo e luminoso come la cucina e renderanno piacevoli i pranzi e le cene in famiglia.

Per decorare la cucina con i mini cactus, la parola chiave è “riciclo”!

Liberate la vostra creatività e utilizzate (o meglio, riutilizzate) vecchie scatole e barattoli di latta, piccole cassette di legno e vasetti di vetro. Recuperate quindi le confezioni di biscotti, tè e tisane, conserve, legumi, marmellate…pulitele e riempitele con del terriccio o qualche sassolino, et voilà!

Una soluzione a costo zero e decisamente green, con in più il vantaggio di poter anche personalizzare le vostre creazioni con scritte, disegni, adesivi e nastrini colorati…insomma, un’idea perfetta per gli amanti del fai da te!

Mini Cactus in barattoli di latta, idea per la decorazione della cucina con piccole piante grasse
Piccoli cactus all'interno di tazze colorate, idea di recupero

In alternativa, recuperate qualche vecchia tazzina spaiata o una tazza un po’ ingiallita e sbeccata, e utilizzatela come vaso per le vostre piccole piante grasse.

Così, le vostre tazzine avranno nuova vita e potrete esporle con orgoglio anche se saranno tutte diverse tra loro.

In alternativa, recuperate qualche vecchia tazzina spaiata o una tazza un po’ ingiallita e sbeccata, e utilizzatela come vaso per le vostre piccole piante grasse.

Così, le vostre tazzine avranno nuova vita e potrete esporle con orgoglio anche se saranno tutte diverse tra loro.

Piccoli cactus all'interno di tazze colorate, idea di recupero

Una volta trovati i contenitori e i vasi adatti per ospitare i vostri mini cactus, dove posizionarli?

Il davanzale interno di una finestra sarà il posto ideale: luminoso al punto giusto, vi permetterà di godervi contemporaneamente le vostre amate piante e il panorama!

Oppure, mettete i vostri vasetti tutti in fila sopra a una mensola o a un piccolo mobile: potrete divertirvi a creare una composizione originale utilizzando vasi di diversi materiali, colori e altezze. Fate solo attenzione a lasciare abbastanza spazio tra una pianta e l’altra e a non mettere troppo peso su ogni ripiano.

Lavagna Magnetica 33x33 cm colore effetto corten, con 3 cilindri magnetici KalaMitica

Infine, utilizzando una lavagna e alcuni vasi magnetici, potrete creare una piccola parete verde in verticale, sulla quale sarà possibile anche scrivere la lista della spesa o il menù della giornata.

Inutile dirlo, questa è la soluzione che a noi piace di più!

Del resto, è proprio questo il concept di KalaMitica Magnetic System: liberare i piani orizzontali e creare parete verdi attrezzate, di facile manutenzione e, perché no, anche scrivibili!

Infine, utilizzando una lavagna e alcuni vasi magnetici, potrete creare una piccola parete verde in verticale, sulla quale sarà possibile anche scrivere la lista della spesa o il menù della giornata.

Inutile dirlo, questa è la soluzione che a noi piace di più!

Del resto, è proprio questo il concept di KalaMitica Magnetic System: liberare i piani orizzontali e creare parete verdi attrezzate, di facile manutenzione e, perché no, anche scrivibili!

Lavagna Magnetica 33x33 cm colore effetto corten, con 3 cilindri magnetici KalaMitica

E per decorare il tavolo da pranzo?

Ecco due idee per decorare la tavola con le piante grasse:

  • come simpatici centrotavola, al posto delle più tradizionali composizioni floreali. Potrete scegliere un vaso o una ciotola di grandi dimensioni, magari di vetro, in cui inserire diversi tipi di piante. Oppure, potrete realizzare una composizione lineare, disponendo dei piccoli vasi per tutta la lunghezza del tavolo. Fate solamente attenzione a utilizzare dei vasi adeguati o dei sottovasi puliti, per non rischiare di sporcare la tovaglia di terra!

  • come segnaposto per un evento speciale. Un’idea semplice ma di grande effetto, che stupirà sicuramente tutti quanti. Queste piccole piante grasse potranno poi diventare un gradito regalino in ricordo della serata. In questo caso, scegliete una pianta e/o un vasetto diversi per ogni invitato; procuratevi anche una confezione adatta per permettere ai vostri ospiti di portare a casa la piantina senza rovinarla e senza pungersi le dita!
Colazione su un tavolo decorato da piccole piante grasse all'interno di cubi magnetici KalaMitica

2. Arredare il soggiorno con piccole piante grasse

Il soggiorno è la stanza in cui solitamente si ricevono gli ospiti, è quindi il punto centrale della casa, il luogo più rappresentativo.

Ed è proprio qui che le composizioni di mini cactus trovano il loro posto ideale.

Con dei contenitori o delle ciotole sufficientemente grandi, si possono creare dei giardini zen in miniatura. Anche se le loro dimensioni saranno contenute, occuparvi di queste piccole piante rilasserà la mente e rinfrancherà lo spirito.

Scegliendo dei contenitori in vetro, potrete vedere anche il contenuto del vaso e divertirvi a creare diversi strati con terriccio e sassolini di vari colori e dimensioni. Posizionate poi le vostre composizioni al centro del tavolino: stupirete tutti i vostri ospiti!

In alternativa, appoggiate le vostre piante sui ripiani della libreria: in commercio ci sono tantissimi tipi di vasi, per tutti i gusti e per tutti gli stili, colorati e divertenti, minimal e total white, in terracotta o in ceramica…

Scegliete i vostri preferiti e arredate il vostro angolo lettura o la vostra zona relax con delle piccole piante grasse.

E se tutti i tavolini, i mobili, le mensole che avete in salotto sono già occupate? Beh, basta una piccola porzione di muro e una lavagna magnetica per creare una parete verde verticale!

Anche in questo caso, le possibilità sono praticamente infinite e riuscirete a valorizzare e dare nuova vita a qualsiasi angolo della vostra casa.

Potrete così disporre la vostra collezione di mini cactus sulle pareti e, se avete paura di dimenticare il nome di qualche pianta, potrete scriverlo direttamente sulla lavagna con un gessetto o un pennarello a gesso liquido.

3. Arredare il bagno con piccole piante grasse e Tillandsia

Forse non ci avete mai pensato, ma anche il bagno potrebbe essere un luogo ideale per coltivare qualche piccolo cactus.

L’importante è fare attenzione alla quantità di luce che le tue piante avranno a disposizione: sconsigliamo quindi di tenere piante grasse all’interno di un bagno senza finestre o con scarsa luminosità.

Se amate un ambiente minimal, vi basterà appoggiare qualche mini pianta grassa vicino al lavandino o su una piccola mensola.

Doneranno un tocco di verde all’ambiente, ma senza esagerare.

In alternativa, appendete le vostre piantine su una lavagna magnetica.

Aggiungendo qualche altro accessorio magnetico, avrete un nuovo mobiletto salvaspazio per tenere a portata di mano creme, trucchi, spazzole e tutto ciò che usiamo quotidianamente in bagno.

E se il vostro bagno è particolarmente umido e non troppo luminoso e temete che le vostre piante grasse possano soffrire, vi offriamo una soluzione alternativa: le Tillandsia.

Queste piante sono tipiche delle foreste pluviali, perciò staranno benissimo anche in ambienti più ombreggiati e umidi.

In più, sono piante epifite, cioè vivono senza terra! Potrete quindi semplicemente appoggiarle ovunque abbiate un po’ di spazio, sopra a ripiani, mensole o mobiletti. Attraverso le loro foglie, assorbiranno tutto il nutrimento necessario e anche l’umidità presente nell’aria.

Infine, numerosi studi scientifici dimostrano che le Tillandsia aiutano a purificare l’aria degli ambienti domestici assorbendo le particelle di sostanze inquinanti, come quelle rilasciate dalle vernici dei mobili o dai detergenti per la pulizia.

Insomma, dei veri e propri “aspirapolvere dell’aria”!

In alternativa, appendete le vostre piantine su una lavagna magnetica.

Aggiungendo qualche altro accessorio magnetico, avrete un nuovo mobiletto salvaspazio per tenere a portata di mano creme, trucchi, spazzole e tutto ciò che usiamo quotidianamente in bagno.

E se il vostro bagno è particolarmente umido e non troppo luminoso e temete che le vostre piante grasse possano soffrire, vi offriamo una soluzione alternativa: le Tillandsia.

Queste piante sono tipiche delle foreste pluviali, perciò staranno benissimo anche in ambienti più ombreggiati e umidi.

In più, sono piante epifite, cioè vivono senza terra! Potrete quindi semplicemente appoggiarle ovunque abbiate un po’ di spazio, sopra a ripiani, mensole o mobiletti. Attraverso le loro foglie, assorbiranno tutto il nutrimento necessario e anche l’umidità presente nell’aria.

Infine, numerosi studi scientifici dimostrano che le Tillandsia aiutano a purificare l’aria degli ambienti domestici assorbendo le particelle di sostanze inquinanti, come quelle rilasciate dalle vernici dei mobili o dai detergenti per la pulizia.

Insomma, dei veri e propri “aspirapolvere dell’aria”!

4. Arredare la camera da letto e la scrivania con piccole piante grasse

Molti credono che sia pericoloso tenere delle piante in camera da letto. È vero, di notte le piante consumano ossigeno e producono anidride carbonica, ma la quantità di CO2 emessa è talmente esigua da non poter in nessun modo danneggiare la nostra salute.

Se ancora non siete convinti, alcune piante hanno la capacità di purificare l’aria, assorbendo le sostanze nocive e rilasciando ossigeno anche di notte.

Tra queste, troviamo anche numerose piante succulente, come l’Aloe o la Sansevieria: quindi, nessun problema a tenere la vostra collezione di mini cactus in camera da letto!

Inoltre, prendersi cura di qualche pianta prima di andare a dormire favorisce la calma e il rilassamento, aiutando a riposare meglio.

Per portare un tocco esotico anche in camera, basterà appoggiare qualche piccolo vaso sul comodino. Così, ogni giorno vi sveglierete con accanto le vostre piante preferite!

Piccola pianta succulenta all'interno di un vaso in vetro sopra al comodino
Lavagna magnetica KalaMitica a forma di gatta, dimensioni 56x38 cm, colore beige, con 3 cubi magnetici e piccole piante grasse, idea di decorazione camera da letto

Se il comodino è già occupato o non volete rischiare di infilarvi qualche spina sulle dita mentre, ancora mezzi assonnati, cercate di prendere il telefono o gli occhiali, potrete creare un comodino “verticale” con l’aiuto di una lavagna magnetica.

Per arredare la camera da letto, noi ti consigliamo le nostre lavagne a forma, con un design particolare e originale.

Se volete decorare la camera dei bambini con le piante grasse, invece, meglio evitare del tutto le spine: scegliete quindi delle piante come l’Haworthia o l’Aloe.

Lavagna magnetica KalaMitica, dimensioni 56x38 cm, colore antracite, con accessori magnetici e vasi con mini cactus, idea di arredo per scrivania e camera da letto

Per chi è abituato a studiare o lavorare in camera, poi, le piante possono essere di vero aiuto: secondo numerosi studi, infatti, tenere qualche pianta sopra o vicino alla scrivania aumenta la produttività e la concentrazione e aiuta ad alleviare lo stress.

Inoltre, si dice anche che i cactus siano in grado di catturare ed eliminare le onde elettromagnetiche generate dai dispositivi elettronici.

Un motivo in più per tenerle vicino a telefonino e computer!

E se pensate di non avere abbastanza tempo da dedicare alle vostre piante, non temete: le piccole piante grasse non hanno bisogno di molte cure.

Basterà tenere a mente queste due semplici ma fondamentali regole:

1. Mai bagnare sul bagnato! Quindi fate attenzione che il terriccio sia completamente asciutto prima di innaffiare la pianta.

2. Quando diamo acqua, non deve mai ristagnare. L’eccesso di acqua è il pericolo principale per le piante grasse, perciò meglio darne troppo poca che troppa.



Per chi è proprio alle prime armi, abbiamo preparato una semplice ma esauriente tabella, con tutto ciò che serve sapere per curare al meglio le piante grasse di KalaMitica!

Lavagna magnetica KalaMitica, dimensioni 56x38 cm, colore antracite, con accessori magnetici e vasi con mini cactus, idea di arredo per scrivania e camera da letto

5. Le piante grasse di KalaMitica: suggerimenti e consigli per la cura

Posizione: luminosa

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Rio Grande do Sul (Brasile meridionale)

Difficoltà: molto facile

Curiosità

Questa specie è così chiamata in onore del collezionista brasiliano Guillermo Leninghaus.

“Notocactus” deriva invece da “Notos”, ossia l’antica denominazione dell’austro, un vento che soffia nella regione di cui questa pianta è originaria.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa, mezz'ombra

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Sudafrica, Messico

Difficoltà: molto facile

Curiosità

Molto ricercata per la bellezza delle sue foglie, fiorisce in primavera-estate.

In estate, l'Haworthia interrompe la crescita sopra al terreno, per utilizzare le energie per sviluppare e rinforzare le proprie radici.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
2 volte a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Messico, sud degli Stati Uniti

Difficoltà: facile

Curiosità

È comunemente chiamata “puntaspilli rosa” per le sue abbondanti fioriture in primavera ed estate.

Può raggiungere un'altezza di ben 50 cm.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
2 volte a settimana

INVERNO: 
1/2 volte al mese

Messico nord-occidentale, California del sud

Difficoltà: medio/facile

Curiosità

È uno dei cactus più alti del mondo, per questo è detto anche "cactus elefante".

Anticamente, la polpa era utilizzata come disinfettante e medicamento, mentre i semi venivano macinati per ottenere una sorta di farina.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa, mezz'ombra

ESTATE:
2-3 volte al mese

INVERNO:
1 volta al mese

Messico

Difficoltà: facile

Curiosità

Fu scoperta per la prima volta solo nel 1968 dal botanico e collezionista Robert Alan Foster.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa, mezz'ombra

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Sudafrica, Messico

Difficoltà: molto facile

Curiosità

Il nome di questo genere è un omaggio ad Adrian Hardy Haworth, uno dei primi botanici a studiarla e curarla.

Questa specie è molto apprezzata per la sua elegante forma a rosetta.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Bolivia, Paraguay

Difficoltà: facile

Curiosità

Produce grandi fiori bianchi e profumati, che si aprono nel pomeriggio e restano aperti solo per una notte.

In natura si possono addirittura trovare delle piante alte solamente 20 cm con un oltre un metro cubo di radici!

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
1 volta alla settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Arizona, Messico

Difficoltà: facile

Curiosità

La principale caratteristica di questo genere di cactus è la presenza di spine molto robuste e sviluppate: proprio da questo deriva il nome di “cactus feroce”.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
1/2 volte a settimana

INVERNO:
2 volte al mese

Messico settentrionale

Difficoltà: facile

Curiosità

Il suo nome deriva dal latino bombycinus, che significa “fatto di seta, in riferimento alla densa e fitta peluria che circonda le parti più giovani della pianta, sulla sommità.

Resiste a temperature anche più basse rispetto ad altre piante grasse.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Vaso Magnetico KalaMitica, colore bianco, con Mammillaria Zeilmanniana fiorita

Posizione: luminosa

ESTATE:
1/2 volte a settimana

INVERNO:
1/2 volte al mese

Messico centrale

Difficoltà: facile

Curiosità

È tra le varietà più note e diffuse di Mammillaria, e viene comunemente chiamata “puntaspilli rosa”.

Fiorisce sempre abbondantemente, anche più volte all’anno.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa, mezz'ombra

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Sudafrica, Madagascar, Arabia Saudita

Difficoltà: facile

Curiosità

Conosciuta anche come Aloe Tigre, è una pianta che considerata portafortuna fin dai tempi degli antichi Egizi.

Ancora oggi, regalare una pianta di Aloe significa augurare una lunga e felice vita.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

ESTATE:
1 volta a settimana

INVERNO:
1 volta al mese

Messico centrale

Difficoltà: facile

Curiosità

In natura vive solo in una piccola area ed è a rischio estinzione, ma è molto resistente anche alle basse temperature.

Fiorisce in primavera, fin dai primi anni di vita.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

Nebulizzare un po' d'acqua con uno spruzzino o immergerla completamente in acqua non calcarea ogni 7-15 giorni.

America centrale e meridionale

Difficoltà: facile

Curiosità

Le Tillandsia appartengono alla famiglia delle Bromeliacee e sono originarie del continente americano, dalle foreste tropicali alle zone desertiche, fino agli altopiani andini.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

Nebulizzare un po' d'acqua con uno spruzzino o immergerla completamente in acqua non calcarea ogni 7-15 giorni.

America centrale e meridionale

Difficoltà: facile

Curiosità

Sono piante epifite, cioè vivono senza terra!

Assorbono il nutrimento e l'umidità attraverso le foglie, mentre utilizzano le radici per aggrapparsi ai rami di altre piante o ad altri appigli.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

Nebulizzare un po' d'acqua con uno spruzzino o immergerla completamente in acqua non calcarea ogni 7-15 giorni.

America centrale e meridionale

Difficoltà: facile

Curiosità

Le Tillandsia sono in grado di assorbire e di trattenere le sostanze inquinanti presenti nell’aria, come la formaldeide e le particelle PM10.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Posizione: luminosa

Nebulizzare un po' d'acqua con uno spruzzino o immergerla completamente in acqua non calcarea ogni 7-15 giorni.

America centrale e meridionale

Difficoltà: facile

Curiosità

La Tillandsia Velutina è così chiamata per la soffice peluria vellutata che ricopre le sue foglie.

Durante il periodo di fioritura, se ben curata, possono sbocciare fiori fucsia e arancio acceso.

Ambienti

  • Ingresso
  • Soggiorno
  • Cucina
  • Camera
  • Bagno

Ingresso

Soggiorno

Cucina

Camera

Bagno

Comments (0)